Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Bruciare per ciò in cui si crede
itsasushii Offline
Viandante
*
Legionario

Messaggi: 3
Discussioni: 3
Registrato: Jun 2018
Reputazione: 0
Monete RLL: 111 Monete RLL
#1
Heart  Bruciare per ciò in cui si crede
Parliamo di... Giordano Bruno!
Facendo un grandissimo salto in avanti rispetto agli ultimi post, questo fondamentale filosofo vive nel periodo della controriforma italiana. Dopo il concilio di Trento, in risposta a quello che era stato tutto il protestantesimo di Lutero, la Chiesa si chiude sui propri dogmi e sulle proprie certezze religiose, senza dare spazio al dialogo.
E Giordano Bruno, invece, è uno molto aperto al dialogo: si rifiuta di prendere necessariamente per vero tutto quello che la Chiesa fermamente sostiene e fa appello alla ragione di tutti affinché possa esserci dialogo.
Tra le fondamentali ipotesi di Bruno, ci sono quelle in campo astronomico. Come Copernico, è convinto che sia la Terra a girare intorno al Sole e non viceversa (ipotesi al tempo considerata eretica), ma non si ferma qui. Parla di più sistemi planetari, quindi di più centri. Ma supponendo le distanze tendenzialmente infinite, non si potrà mai definire un centro di tutto: Bruno è tra i primi infatti a parlare di acentrismo.
In un'epoca in cui tutto è minimizzato al silenzio più assoluto, Giordano Bruno fa sentire più che mai la sua voce. Per questo motivo il 26 febbraio 1600, a Roma in Campo de' Fiori, alle luci dell'alba una grande fiamma avvolgerá il filosofo, facendolo tacere per sempre.



Qui ho taciuto interessantissime questioni, tra cui il suo processo. Nel caso in cui qualcuno voglia sapere più nel dettaglio la sua fine, faccio un altro post
25-06-2018, 10:55 AM
|| Cerca |||| Cita messaggio |||