Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Kingdom Come: Deliverance [Ps4]
Krismec4 Offline
Viandante
*
Legionario

Messaggi: 4
Discussioni: 4
Registrato: Jul 2018
Reputazione: 0
Monete RLL: 104 Monete RLL
#1
Kingdom Come: Deliverance [Ps4]

  • Data Recensione: 03/08/2018
  • Sconsiglio
  • Votazione Critico: 3/10
  • Votazione Globale: 76/100 - 8.0/10 ({Non sei autorizzato a visualizzare i link, Registrati oppure fai Login.})
  • Nome Personaggio: Henry
  • Genere: azione GDR, storico
  • Produttore: Warhorse Studios
  • Anno: 2018
  • {Non sei autorizzato a visualizzare i link, Registrati oppure fai Login.}
  • Trama: Henry è un ragazzotto di un borgo medievale nella Boemia del 1400. Presto la sua tranquilla vita verrà scossa da avvenimenti terribili che lo costringeranno a muovere i primi passi verso l'età adulta in un mondo che non perdona il minimo errore e la minima debolezza

  • Commento Recensionista: recensire un titolo come KC non è affatto semplice. Da un lato ci sono persone che lo odiano, lo detestano e vorrebbero veder bruciare tutto il lavoro svolto dalla Warhorse Studios; dall'altra ci sono persone che venerano questo gioco come la perfezione, come il titolo definitivo e come l'apice dei traguardi umani. La verità è che KC non è niente di tutto questo.
    KC è un titolo dalle mille potenzialità, con premesse molto interessanti, meccaniche profonde e stuzzicanti, ma che fallisce miseramente in ogni suo aspetto per una serie di problemi banali, stupidi e palesemente evitabili da un minimo di attenzione e sviluppo in più. La stampa specializzata ha addirittura dato voti come 9/10 o 90/100 a KC, ma li vale? Può un gioco come questo paragonato ad un God of War, anche solo in termini di voto? NO! Il primo è un titolo fatto frettolosamente, con scarsa attenzione (forse anche voglia), sommario, grezzo, incompleto e frustrante. Il secondo è GoW!
    Chi recensisce qualcosa ha il dovere di farlo obbiettivamente, senza il suo naturale pregiudizio, aiutando chi legge a capire se il prodotto è valido o meno secondo i personali gusti di ognuno di noi e farlo per KC è particolarmente difficile, sia per quanto descritto sopra, sia per l'odio che questo gioco riesce ad imprimerti con i suoi molteplici difetti e lacune. Giocando a KC si ha quel forte sentore di "potevamo", "sarebbe potuto essere"... ma ci interessano solo i vostri soldi. Sì, un'accusa alla Warhorse Studios è di dovere perché un titolo come KC, alla sua uscita, non era assolutamente adatto ad essere venduto allo stesso prezzo di produzioni AAA (70€). Era un titolo palesemente incompleto e grezzo, che avrebbe avuto la sua giustizia in prezzi come 20 o 30 euri scarsi.
    Passiamo però a questi decantati difetti: prima di tutto il gioco vede la sua base, il suo scopo ed il principale pensiero dietro la realizzazione con una parola, realismo. Henry deve mangiare, dormire (non ha alcun freddo, tralasciando questo aspetto totalmente), si ferirà e generalmente questo dettame viene rispettato, ma in alcuni ambiti viene palesemente ignorato, generando un gioco che di realismo ha ben poco. Nella realtà se colpisci un nemico con una freccia sul suo volto scoperto (non protetto da nulla di ferroso), quel nemico dovrebbe come MINIMO avere serissimi danni e conseguenze, se non morire sul colpo per le gravi ferite riportate (parliamo della faccia: del sistema visivo/respiratorio/nervoso di una persona), ma in KC un nemico con la freccia in un occhio la ignorerà e vi attaccherà (servono addirittura molteplici frecce per uccidere un singolo nemico, decine di frecce anche colpendo il viso). Lo stesso problema si ha con la stoccata di una spada: se si riesce a colpire il viso di un nemico (sempre non protetto), la reazione non ha nulla di realistico e si dimostra addirittura poco efficace dal punto di vista tattico (anche se colpire un nemico al volto in genere è un successo critico, un colpo che conclude lo scontro a favore del colpente).
    Il sistema di combattimento vorrebbe essere molto immersivo, con sei punti da cui difendersi ed attaccare (una sorta di For Honor), ma tutto si traduce in lentezza, confusione, pressapochismo e nausea. Non si ha mai la sensazione di immersione, di combattere veramente e nell'affrontare un nemico la domanda che sorgerà 90 volte su 100 sarà: ma quando cavolo muore questo? E' la 100a volta che lo colpisco e non va giù! Quindi un sistema di combattimento strano, possibilmente molto appagante, ma che non appaga affatto. Tutto questo ha bisogno di una specifica molto importante: parliamo del combattimento 1vs1. Se nel gioco incontrate 2 nemici, non avete altra soluzione che la fuga, anche dopo ore di allenamento, di addestramento e con equipaggiamento adatto allo scontro, un combattimento 1vs2 vi vedrà sempre e comunque sconfitti. La cosa è molto frustrante anche perché difficilmente riuscirete ad evitare lo scontro e scappare è praticamente impossibile se non riuscite a prendere il cavallo e fuggire: i nemici saranno sempre (SEMPRE) alle vostre spalle. Molti scontri si traducono in voi che salite a cavallo e cercate di ammazzare uno dei due avversari mentre il vostro compagno equino si prende frecce e colpi diretti a voi: per il realismo e l'immersione è un danno mortale.
    Altro difetto enorme è l'incapacità di poter sviluppare un personaggio criminale: nonostante il decantato realismo le guardie di un feudo estraneo riconosceranno materiali rubati come carote, pani, soldi ed in generale qualsiasi oggetto di uso comune che avreste potuto reperire anche a terra da soli. Uccidere una persona in un luogo isolato, senza testimoni e sgattaiolando via tra tenebre e vegetazione si traduce in una caccia all'uomo diretta proprio verso di voi, ma come fanno le guardie a capire che una persona morta, anche violentemente, sia stata uccisa proprio da voi e non da un qualsiasi brigante presente nella Boemia? Sherlock Holmes, scansati!Nel gioco si troveranno poi persone essenziali per la storia che non potranno essere uccise, il tutto per ribadire che la parola primaria di questo titolo è realismo.A condire il tutto ci sono migliaia di bug, glich e difetti: da quelli grafici a scale non percorribili. Gente che appare, scompare, si teletrasporta o che vi urla contro perché voi state fermi e loro vi vengono addosso. Bisogna dire che con le ultime patch gli sviluppatori hanno affermato di aver risolto 200+ bug... ma la sensazione che questi bug siano stati risolti genera una sola domanda durante le partite: ma quali bug avete corretto, se continuo a vedere sempre gli stessi errori?Quindi, per concludere: KC è uno schifo? E' un titolo da buttare nella spazzatura? Ni: KC è un titolo che potrebbe essere molto valido, interessante e bello, ma che allo stato di sviluppo attuale è grezzo, fastidioso e tedioso. Saranno più le volte in cui maledirete Henry e gli sviluppatori, rispetto alla gioia di giocare un titolo unico e profondo. Il mio personale consiglio è di aspettare e vedere se gli sviluppatori riusciranno a correggere tutta la carrellata di problemi affliggenti KC e renderlo un titolo decente e degno di essere giocato.
03-08-2018, 10:28 AM
|| Cerca |||| Cita messaggio |||
  


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  kingdom hearts 1.5 remix ivelios 2 618 25-03-2014, 10:07 PM
Ultimo messaggio: []Giuseppe[]